Il fornaio

Testo e musica di Mauro Becattini

 

Antonio é proprio un bravo fornaio:
però qualche volta combina un bel guaio…
Come quel giorno che nella crostata,
ci mise per sbaglio una carta bollata!
Poi disse ai suoi clienti con fare garbato:
“E’ il dolce perfetto per un avvocato!”


La moglie di Antonio si chiama Rosetta
e lei meno male che è proprio perfetta
e sa rimediare con spirito gaio
alle malefatte del caro fornaio.
Lei riesce a creare un clima pacato,
anche quando nel forno il pane è bruciato!

E vivono insieme, si vogliono bene,
non hanno pretese, ma il loro paese
è il posto più bello che si possa trovare:
perché il cielo é pulito e le acque chiare!
E presto, al mattino, nell'aria là intorno,
un grande profumo esce fuori dal forno.
E’ sempre del pane il profumo migliore,
perché ci va a finire dentro tanto tanto amore!

Se cresce di molto il lavoro in cucina
collabora anche la loro bambina.
Lei é molto brava e si chiama Anna
e riesce a montare sei litri di panna!
La monta ballando allegra la samba,
perché é una tipa ben lesta ed in gamba!

C'é anche il fratello, si chiama Beppino
ed ha per il calcio un vero pallino.
E basta che veda, vicino al piedino, 
un sasso, una foglia, oppure un panino…
lui subito fermo non riesce più a stare
e con grande lena si mette a calciare!

 

E vivono insieme, si vogliono bene…