La figlia del re

Testo e musica di Mauro Becattini

Bambini, udite, vi voglio raccontare
una bella favola che andava ai tempi miei ...
ma. forse, va bene anche per i papÓ,
s'Ŕ vero che un po' bambini
sempre si resterÓ ...

C'era una volta un re che aveva una bella figlia
o o o paraponziponzip˛
e tutti la volevano i grandi del reame
perchÚ i suoi capelli erano fili d'or:
che bella la figlia la figlia del re!
ChissÓ chi la piglia chissÓ?

Ma questa figlia bella aveva una sorella
o o o paraponziponzip˛
nessuno la voleva per via del suo nasone
e vista di profilo pareva un can barbon!
Che brutta la figlia la figlia del re!
ChissÓ chi la piglia chissÓ?

Un giorno la cognata del Grande Ciambellano
o o o paraponziponzip˛
gelosa delle due, architett˛ uno scherzo
ed alle loro spalle si volle divertir:
chissÓ se le riesce lo scherzo chissÓ!
ChissÓ se le riuscirÓ?

Vestita da fatina, entr˛ nel bel palazzo
o o o paraponziponzip˛
e disse alle due fanciulle: "chiedetemi tre cose
e con la mia bacchetta aver ve le far˛..."
chissÓ se le riesce lo scherzo chissÓ!
ChissÓ se le riuscirÓ?

Disse la figlia bella: "Io voglio un bel vestito!"
o o o paraponziponzip˛
"poi voglio una collana di perle d'oltremare
ed anche una pelliccia di tigre del Per¨!"
Che bella la figlia la figlia del re!
ChissÓ chi la piglia chissÓ?

"Io forse non son bella, ma sciocca non lo sono!"
O o o paraponziponzip˛
"perci˛ una cosa sola ti chieder˛ di fare:
spiegare a mia sorella una frottola cos'Ŕ!"
Che furba che furba la figlia del re!
Anche se bella non Ŕ!