UOMO DOVE VAI?

Di  Gianni Montalti e Mauro Becattini

 

Uomo, dove vai?

Non ti ricordi più nulla di te,

non ti ricordi dei tuoi padri,

non ricordi più chi eri!

Non guardi più il sole,

non guardi più i tuoi figli, uomo, tu!

Non ti guardi più intorno:

dimmi, uomo, dove vai?

 

Uno era il cielo, uno il mare,

una la terra!

Tutto hai spezzato, uomo,

tutto hai diviso tu!

Gli uomini, il cielo,

la terra e il mare:

Gli uomini, il cielo,

la terra e il mare

hai diviso tu!

 

Bianco, nero o giallo…

Ma che conta mai il colore?

Diamoci la mano,

e guardiamo in alto insieme!

Conta l’amore,

conta il tuo cuore e la tua mente, sai!

Conta l’unico sguardo,

proiettato più su del sole…

 

Uno era il cielo, uno il mare…

 

Visti, frontiere, dogane e passaporti:

odio e non più amore:

bianco e nero, nord e sud!

Fermati, uomo,

prova di nuovo ad amare, tu!

Guarda in alto,

verso il sole e ancora più su!

 

Uno sarà il cielo, uno il mare, una la terra.

Tutto sarà unito, uomo, solo se tu amerai:

gli uomini, il cielo, la terra e il mare.

Gli uomini, il cielo, la terra e il mare,

se tu amerai!