Verrà un giorno

Testo di Samuele Corsi – Musica di Mauro Becattini

Cantato da Sergio Lanfranchi e i Senbassinga

 

Jesus

Coro (Discepoli + folla)

 

Guardate fratelli miei, oggi la pioggia ci fa compagnia!

 

Compagnia, Gesù? Per cosa?

 

Per le nostre lacrime, piangeremo e lei, la pioggia goccia dopo goccia laverà i nostri corpi.

 

Ma perché dici ciò, perché dovremmo piangere?

 

Ricordatevi che non c'è mai un motivo per piangere, lo si fa nella nostra anima ogni giorno..

Le nostre lacrime servono solo a mostrare a gli altri che stiamo parlando con Dio.

 

Parlare con Dio, ma tu maestro sei Dio! Perché parlare con lui, quando possiamo farlo con te?

 

Io sono il padre, sono il figlio di esso. Penserete a me e le vostre lacrime cadranno a terra e

d il mondo saprà che voi mi state amando.

 

Non dire ciò, adesso tu non morirai. Noi siamo pronti a sfoderare la spada per proteggerti.

 

Proteggere? Fratelli miei sarò io a proteggere voi, vi guiderò ad ogni istante

e con voi ricorderò il padre, nelle vostre lacrime vivrò il mio eterno.

 

Stupidaggini! Noi non permetteremo ciò. Stupidaggini! Noi non permetteremo ciò.

 

Verrà un giorno che io non sarò più fra voi:  sarò il silenzio e voi dovrete amarmi e raccontarmi. Torneò' dopo tre giorni, ma rimarrete ad ascoltarmi solo per pochi istanti… poi tutto svanirà come un sogno. Ma voi non vi sveglierete, mai!

 

Stupidaggini noi non permetteremo ciò. Stupidaggini noi non permetteremo ciò.

 

Stupidaggini noi non permetteremo ciò. Stupidaggini noi non permetteremo ciò.